Dormio l’applicazione che influenza il sogno

Dormio l’applicazione che influenza il sogno

Dormio, il riposo di ogni uomo non è più tempo sprecato

Dormio è il nuovo dispositivo in via di sperimentazione che a quanto pare può condizionare la fase onirica, facendo sì che chi dorme, mentre si riposa è anche produttivo. Secondo la scienza un terzo della nostra vita dovrebbe essere impegnato con il riposo. Al mondo c’è chi dorme le ore consigliate, 6/8 ore al giorno, c’è chi pensa siano ore sprecate e si impegna a riposare soltanto 4/5 ore e chi invece dorme più di 10 ore al giorno.

Secondo un calcolo rapido una persona di 80 anni che dorme il giusto, trascorre circa 25 anni della sua vita a dormire. Lì per lì potrebbe sembrare davvero tanto tempo sprecato che potrebbe essere utilizzato per fare dell’altro. E’ anche vero che se si è stanchi la qualità del lavoro non è delle migliori.  Di conseguenza la soluzione sarebbe lavorare anche mentre si dorme. L’idea potrebbe suscitare una risata ma non siamo tanto lontani dalla realtà. A quanto pare adesso la tecnologia può intervenire sui nostri sogni: questo è il risultato di una serie di studi terminati con gli esperimenti.

Il 67% delle persone ha sognato ciò che Dormio ha suggerito

Il nuovo dispositivo ha permesso di portare a termine degli studi attraverso una serie di esperimenti ai quali sono state sottoposte diverse persone. Mentre dormivano giunti ad una determinata fase del sogno i soggetti hanno visto introdurre nella fase onirica un albero che gli era stato suggerito proprio pochi minuti prima dal dispositivo.

Hanno raccontato tutti la stessa cosa. Quindi un dispositivo legato al polso ed alla mano permette di intrufolarsi nella fase del sonno, esattamente nello stato ipnagogico, per suggerire i temi del sogno. Se tutto dovesse andare come si spera, attraverso il dispositivo si potrebbe aumentare la performance creativa, di apprendimento e mnemonica per poi modificare anche l’efficacia sul mondo lavorativo, anche mentre si sta riposando.

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *