Internet lento, il virus ha creato problemi e ancora non è finita

Internet lento, il virus ha creato problemi e ancora non è finita

Internet lento, in tempi di quarantena che tutto vada male è più che normale dato che siamo tutti collegati chi per lavoro chi per altro. 

Ovviamente però questo è un problema per coloro che lavorano con il PC o per coloro che seguono le lezioni, che si tratti di scuola superiore, media o università.

Internet lento: è possibile risolvere il problema?

Internet lento non è soltanto un problema, la rete a singhiozzo innervosisce soprattutto se ci vuole più tempo per leggere una ricetta piuttosto che a preparare stando tra i fornelli. Il primo consiglio per evitare di perdere tempo è quello di affidarsi ad una linea veloce che garantisca una connessione stabile sia in periodi di crisi come questi, sia in tempi normali. Se una linea Internet dà problemi nel normale Quotidiano non ci si può aspettare alcun risultato ottimale in periodi come questo.

Per quanto tutti gli operatori possano offrire bene o male le stesse cose, una minima differenza c’è e consiste nella garanzia di un ottimo servizio. Nel caso in cui questo sia già stato fatto si può soltanto chiedere un potenziamento della rete. In questo momento sarà possibile trovare la qualità al miglior prezzo: ora più che mai.

Ecco cosa non bisogna mai fare

Se si hanno già problemi di rete, è bene evitare alcuni comportamenti che non fanno altro che creare disagi. Per esempio si deve evitare di connettere simultaneamente più dispositivi, utilizzati o meno perché anche le applicazioni in background sovraccaricano e consumano. Il modem  deve essere posizionato in alto evitando ostacoli di qualunque genere perché è scientificamente provato che le onde radio incontrando ostacoli compromettono la qualità del segnale, le prestazioni della connessione diventano scarse.

La stessa cosa potrebbe avvenire qualora i muri dovessero essere troppo spessi. In questo caso non c’è molto da fare, si può soltanto ricorrere ad un potenziamento della rete o all’acquisto di antenne ripetitrici del segnale internet.

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *