Mosquito Alert, l’app più utile in estate arriva dalla Spagna

Mosquito Alert, l’app più utile in estate arriva dalla Spagna

Mosquito Alert, come combattere le zanzare

Mosquito Alert sarà tra le app più utili soprattutto in vista dell’estate. Ha tutte le carte in regola per essere l’applicazione dei sogni di chi vuole combattere le infestazioni semplicemente mediante una fotografia dell’insetto. La foto deve essere inviata alla Task Force che collabora al progetto. Gli ideatori sono degli esperti dell’Università Sapienza di Roma e dell’Ateneo di Bologna, dell’Istituto Superiore di Sanità, dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie e del Muse di Trento.
L’app è stata già utilizzata in Spagna, dove ha dato ottimi risultati raccogliendo sin da subito migliaia di fotografie validate nell’immediato da esperti entomologi. Le foto sono state utilizzate per il tracciamento dell’invasione da parte di nuove specie. In questo modo si è anche in grado di identificare le aree più infestate dirigendo eventuali interventi di controllo. Mosquito Alert è disponibile in Italia adesso e in tutti gli altri 20 paesi che aderiscono al progetto europeo Aim-CostT coordinato dalla Professoressa Alessandra della Torre dell’Università Sapienza di Roma.

La soluzione ad un disagio comune potrebbe essere arrivata

L’Italia è uno dei territori più infestati d’Europa, per gli italiani infatti le zanzare non sono soltanto fonte di fastidio, ma un vero e proprio problema soprattutto per coloro che hanno bambini. Le zanzare trasmettono virus che possono oltretutto provocare patologie importanti negli uomini come il virus del West Nile, o i virus tropicali del Chikungunya o del Dengue. Ciò che viene chiesto ai cittadini è scaricare sul proprio telefono l’app Mosquito Alert gratuitamente e quando si riesce a catturare una zanzara anche se dopo averla colpita per difendersi dalle puntura inviarne una fotografia.
Tramite app è possibile inviare segnalazioni di punture o raccolte d’acqua stagnante. In queste è probabile che si sviluppino molte più zanzare del normale. Gli utenti pronti a collaborare avranno in cambio la possibilità di conoscere la specie che li infastidisce e avere tutte le informazioni valide sia sui rischi sanitari connessi sia su tutte le specie presenti sul territorio in cui si vive. Questa potrebbe essere considerata la primavera della prevenzione, il momento giusto in cui intervenire con trattamenti sia nelle zone pubbliche che in quelle private quindi giardini, orti e terrazzi. Un’applicazione come tante, potrebbe permettere di eliminare una volta per tutte il problema sin dalla radice non permettendo alle zanzare di deporre le uova e riprodursi all’infinito. Una soluzione valida alla quale nessuno prima d’ora aveva mai pensato, ma che potrebbe cambiare la vita di ognuno di noi a partire dall’estate del 2021.
Please follow and like us:

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!