Tecnologia: la modernità ai tempi del coronavirus, il popolo chiede maggiori controlli

Tecnologia: la modernità ai tempi del coronavirus, il popolo chiede maggiori controlli

La tecnologia ai tempi del coronavirus è risultata essere ancora più utile di prima. Una delle notizie più inaspettate soprattutto perchè a dirlo adesso sono coloro che fino a qualche tempo fa erano totalmente avversi a smartphone, tablet e pc. 

Secondo gli utenti, oggi, tutto ciò che appartiene al mondo della modernità permette di usufruire di un maggiore controllo e quindi di una maggiore sicurezza comune.

Tecnologia ed epidemia, ecco come si può tenere sotto controllo il popolo

Tecnologia e coronavirus, un binomio che ha condotto la popolazione a ricredersi. A causa del coronavirus Infatti Chiunque ha dovuto cedere e dare ad ogni cosa il giusto valore. Se non fosse stato per gli smartphone ed i computer, molta gente sarebbe rimasta a casa senza poter lavorare. La tecnologia insieme Al virus Ha cambiato totalmente la vita di ciascuno di noi permettendo addirittura di tenere sotto controllo lo stato di salute e continuare a parlare con i medici, senza andare in ambulatorio. In questo caso in molti premono per migliorare ed estendere il servizio rendendo anche questo, visite escluse, smart,

Molti chiedono adesso l’estensione al controllo degli spostamenti della gente mediante i droni anche in periodi di serenità, per usi diversi, per esempio per prevenire atti vandalici e non solo. E poi è impossibile non parlare dell’applicazione che permette di tenere sotto controllo gli spostamenti della gente. Fino al momento l’applicazione non è obbligatoria, in realtà secondo il parere di molti potrebbe essere un salvavita.

Pro e contro all’applicazione per controllare gli spostamenti

L’applicazione obbligatoria potrebbe garantire maggiore sicurezza a chiunque, questo è un vantaggio fantastico. Poi ci sono gli svantaggi che ha colto soltanto chi è contro. Molti infatti hanno affermato di avere paura che attraverso questa applicazione si possa essere privati della privacy.

Vedremo cosa accadrà nelle prossime settimane e se le richieste della popolazione saranno accolte.

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *